Elizabeth Taylor: una collezione da 109 milioni di euro

Elizabeth Taylor: una collezione da 109 milioni di euro

Le grandi donne hanno bisogno di grandi diamanti”, disse una volta Elizabeth Taylor.

La celebre attrice possedeva infatti una fra le più maestose collezioni di preziosi al mondo, bandita all’asta dopo la sua morte, nel 2001.

L’intera collezione fu venduta per 109 milioni di euro, ricavato che venne devoluto all’Elizabeth Taylor AIDS Foundation (ETAF), un fondo istituito dalla stessa attrice.

Doni d’amore

La maggior parte dei gioielli di Elizabeth Taylor furono regali da parte del marito Richard Burton che grazie alla sua generosità, valorizzò la lussuosa collezione con pezzi unici e molto costosi. Di questi, il diamante Taylor-Burton, La Peregrina, il diamante quadrato Krupp e quello del Taj Mahal divennero gioielli iconici, tanto ambiti da fruttare una fortuna nell’asta che ne decretò la vendita. Anche il terzo marito dell’attrice contribuì ad impreziosire la sua collezione, con la tiara di diamanti indossata alla cerimonia degli Oscar del 1957.

Diamante “Taylor-Burton”

Venduto all’incanto nel 1969 con l’autorizzazione che il compratore avrebbe potuto rinominarlo. Fu Cartier di New York ad aggiudicarsi questa meraviglia da 69,42 carati, tagliato a goccia.
Il giorno seguente Richard Burton acquistò la pietra per una cifra mai svelata e lo donò a Elizabeth Taylor ribattezzandolo “Taylor-Burton”. Nel ‘78 l’attrice annunciò l’imminente vendita a scopo benefico. Solo per esaminare il diamante i possibili acquirenti dovettero pagare 2500 dollari. L’anno seguente fu venduto per quasi 3 milioni di dollari, si suppone che ora si trovi in Arabia Saudita.

Il diamante di Elizabeth Taylor

Nel 1968, Burton regalò alla moglie il diamante quadrato Krupp da 33 carati, che acquistò per la cifra di 216 mila euro dell’epoca.
Ben 69,42 carati, precedentemente appartenuti a Vera Krupp, discendente di una famiglia di industriali tedeschi arricchitasi producendo armi per i nazisti nel corso della Seconda guerra Mondiale.
Liz Taylor non se ne separò mai e lo indossò come un trofeo come a rivendicare le sue origini ebree.
Dopo la sua morte, la pietra fu rinominata il Diamante di Elizabeth Taylor.

Il diamante del Taj Mahal
A forma di cuore e di origine indiana, il diamante che l’attrice ricevette dal marito per il suo quarantesimo anno di età ha un aspetto imponente e arabeggiante. Il diamante del Taj Mahal, presenta iscrizioni su ambo i lati che rimandano a mondi a noi estranei, eppure affascinanti.

La Peregrina pearl

Oltre 39.000 dollari di allora, fu il prezzo di vendita in asta per la Peregrina che Burton acquisto per la moglie: una perla dalla forma allungata, di proprietà della Corona spagnola per intere generazioni, fino all’epoca napoleonica, prima di passare alla Taylor.

Se anche tu ami i gioielli e sei alla ricerca di pezzi pregiati, con una storia da raccontare, visita il catalogo delle nostre aste. Oppure, se al contrario sei già in possesso di oggetti preziosi ma non sai quanto potrebbero valere, usa il nostro calcolatore e valuta l’idea di cedere i tuoi gioielli.


Bibliografia:
  • Mario Roggero Gioielli
  • Fashion network, All’incanto i gioielli di Liz Taylor, Bulgari: “Per lei erano fonte di felicità”

Articoli che ti potrebbero interessare:

Oggi parleremo di un Rolex molto particolare: si tratta infatti di un modello Submariner, che con il suo caratteristico quadrante cangiante e un...
STORIA DEL PALAZZO...
Motivi diversi, un’opinione comune: diamo la parola a persone che scelgono i servizi di Affide...

Lascia un commento